ISMEA: Promuovere lo spirito e la cultura di impresa

Bando concorso per la selezione nazionale “Promuovere lo spirito e la cultura di impresa”, finalizzata all’individuazione di aziende agricole condotte da giovani agricoltori.

L’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA), in collaborazione con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MiPAAF), emana il bando per la selezione nazionale “Promuovere lo spirito e la cultura di impresa”, con la finalità di individuare aziende agricole condotte da giovani agricoltori orientate a sviluppare capacità e conoscenze in materia di innovazione, sostenibilità e penetrazione nei mercati esteri.

L’iniziativa prevede la selezione di massimo N° 250 imprese agricole condotte da giovani agricoltori interessate a partecipare ad azioni di formazione e scambio di conoscenze nel corso del 2018, con un programma concentrato in due fine settimana non consecutivi, attraverso:

  • Lezioni frontali, metodi basati sul problem-solving e action-learning, avvalendosi anche di testimonianze di casi di successo;
  • Sviluppo di competenze non convenzionali;
  • Laboratori e networking, anche tra discenti e docenti;
  • Momenti di interazione ed eventi specifici.

Inoltre, per un gruppo più ristretto di giovani imprenditori, che saranno selezionati durante le giornate di formazione tra quelle che mostreranno le migliori competenze, saranno organizzate azioni tra quelle elencate di seguito:

  • Coaching in azienda;
  • Attività dimostrative e azioni di informazione.

Possono presentare la propria candidatura le imprese agricole, classificate come PMI e microimprese, come definite ai sensi dell’allegato I al Reg. (UE) n. 702/2014 e dell’allegato I al Reg. (UE) n. 651/2014 in possesso dei seguenti requisiti:

  • In caso di ditta individuale: l’imprenditore agricolo deve essere il titolare o il rappresentante legale dell’azienda con un’età non superiore ai 41 anni alla data di presentazione della domanda;
  • In caso di società semplici, in nome collettivo e cooperative, e di capitali: l’imprenditore agricolo deve essere rappresentante legale dell’azienda e deve avere un’età non superiore ai 41 anni alla data di presentazione della domanda;
  • Non rientrare nella categoria delle grandi imprese ai sensi della Raccomandazione della Commissione del 6 maggio 2003 relativa alla definizione delle micro imprese, piccole e medie imprese;
  • Non rientrare nella categoria delle imprese in difficoltà ai sensi dell’articolo 2, paragrafo 1, punto (14) del Reg. n. 702/2014;
  • Non essere soggetto destinatario di un ordine di recupero pendente a seguito di una precedente decisione della Commissione europea che dichiara gli aiuti illegittimi e incompatibili con il mercato interno conformemente a quanto indicato all’art. 1, par. 5 del Reg. (UE) 702/2014;
  • Non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo, di amministrazione straordinaria;
  • Non essere nella categoria di soggetti nei cui confronti è pendente un procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’art.6 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n.159 o di una delle cause ostative previste all’art. 67 del medesimo decreto legislativo;
  • Non rientrare nella categoria di soggetti nei cui confronti è stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure dell’applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 del CPP per reati che comportano la pena accessoria del divieto di contrarre con la P.A;
  • Non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
  • Non aver commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse e alle norme in materia di contributi previdenziali e contributivi secondo la legislazione italiana.

Per la partecipazione alle attività formative  sono sostenute da ISMEA esclusivamente le seguenti spese:

  • Spese per l’organizzazione di azioni di formazione professionale e acquisizione di competenze (come corsi di formazione, seminari e coaching), attività dimostrative e azioni di informazione;
  • Spese di viaggio, soggiorno e vitto dei partecipanti;
  • Costi di prestazione di servizi di sostituzione durante l’assenza dei partecipanti.

Le domande dovranno essere presentate entro le 23:59 del 10/06/2018.

Per ulteriori informazioni contattatemi.

Default image
alessandrosquillaci
Articles: 108

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.