PSR CALABRIA 2014 – 20 – PACCHETTO GIOVANI

Interviene a favore dell’insediamento dei giovani agricoltori attraverso il “Pacchetto Giovani” che riconosce al giovane agricoltore che si insedia per la prima volta, oltre al premio di primo insediamento,  anche la possibilità di accedere all’intervento 4.1.2 del PSR per il sostegno alla propria attività imprenditoriale.

Il PSR Calabria 2014 – 2020 interviene a favore dell’insediamento dei giovani agricoltori attraverso una metodologia di approccio integrato definita “Pacchetto Giovani” che riconosce al giovane agricoltore che si insedia per la prima volta, oltre al premio di primo insediamento (intervento 6.1.1 del PSR), anche la possibilità di accedere all’intervento 4.1.2 del PSR per il sostegno alla propria attività imprenditoriale. In aggiunta agli interventi 6.1.1. e 4.1.2  (che sono obbligatori e non attuabili singolarmente) i giovani agricoltori possono attivare, facoltativamente, l’intervento 4.1.3.

BENEFICIARI

Giovani agricoltori che:

  • Si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o
    societaria (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione);
  • Hanno un’età compresa fra i 18 anni e i 40 anni.

Possono presentare domanda di sostegno, con valore di riconferma,  anche coloro che abbiano già partecipato al Pacchetto Giovani 2016 e la cui domanda sia stata regolarmente istruita dalla Regione ma sia risultata non ricevibile, non ammissibile o non finanziabile.
È piena facoltà dei titolari delle domande di sostegno di cui sopra optare per il mantenimento della propria posizione di aspettativa rispetto all’eventuale riesame e finanziamento sul primo bando oppure candidarsi per una opportunità di finanziamento a valere sul presente bando. Con contestuale collegamento alla precedente domanda.

Attraverso questo collegamento saranno fatti salvi i requisiti relativi all’età del giovane agricoltore ed ai termini previsti per l’apertura della P.IVA. In relazione a tali requisiti, sarà fatto riferimento alle condizioni di ammissibilità possedute in sede di presentazione della domanda 2016.

AMMISSIBILITÀ DEL GIOVANE AGRICOLTORE

  • Età compresa tra 18 anni e 40 anni;
  • Possesso di conoscenze e competenze professionali adeguate (titolo di studio attinente le materie agrarie, frequenza di un corso di formazione (150 ore) finalizzato al miglioramento dell conoscenze e delle competenze specifiche nella gestione di un’impresa agricola e
    nelle pratiche agricole rispettose dell’ambiente, precedente svolgimento di attività lavorativa in campo agricolo come lavoratore subordinato o autonomo per un periodo minimo di 2 anni, anche non continuativi o precedente svolgimento di attività di coadiuvante familiare in impresa agricola perun periodo minimo di 2 anni, anche non continuativi);
  • Il giovane agricoltore non deve aver ricevuto un sostegno a valere sulla misura 6.2. “Aiuto all’avviamento per le nuove attività non agricole nelle aree rurali” del PSR 2014-2020;
  • Il giovane agricoltore non deve aver ricevuto un sostegno nell’ambito del bando per
    l’insediamento dei giovani in agricoltura di ISMEA.

INVESTIMENTI E SPESE AMMISSIBILI

  • Miglioramento fondiario;
  • Costruzione, acquisizione, ristrutturazione, miglioramento, ampliamento di fabbricati;
  • Acquisto di nuovi macchinari e attrezzature;
  • Realizzazione e razionalizzazione di strutture ed impianti per lo stoccaggio e il trattamento dei reflui;
  • Acquisizione di hardware;
  • Attrezzature finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura;
  • Impianti per il trattamento delle acque di scarico aziendali derivanti dall’attività di trasformazione;
  • Investimenti per l’efficentista energetico;
  • Acquisizione di software;
  • Acquisto di terreni;
  • Modalità alternative di approvvigionamento idrico rispetto al prelievo di acque sotterranee;
  • Razionalizzazione della risorsa idrica.

IMPORTI DEL SOSTEGNO

  • Premio all’insediamento: € 50.000,00 per le aziende localizzate nelle zone caratterizzate da vincoli naturali (zone montane e svantaggiate) ed in € 40.000,00 nelle altre zone;
  • Intervento 4.1.2 e 4.1.3: massimo 200.000,00 € con le seguenti percentuali:
    • 70% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da agricoltori nelle zone montane e
      svantaggiate;
    • 60% del costo dell’investimento ammissibile realizzato da agricoltori nelle altre zone;
    • 50% nel caso di investimenti che riguardano la trasformazione, la commercializzazione e lo
      sviluppo dei prodotti agricoli di cui all’Allegato 1 del Trattato, (ad eccezione dei prodotti
      della pesca, non ammissibili al sostegno del PSR).

SCADENZA

22/10/2018.

PROROGA SCADENZA

21/11/2018.

PROROGA SCADENZA

15/01/2019.

Per informazioni e preventivi contattatemi.

Default image
alessandrosquillaci
Articles: 108

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.